Ettore Recchi

 

Ettore Recchi

Professore di sociologia
Observatoire Sociologique du Changement (OSC)

Sciences Po Paris

98 Rue de l'Université

75007 PARIS

France

 
   

Sono professore di sociologia a Sciences Po, Parigi, dove dirigo i programmi di Master e dottorato in sociologia. Sono anche affiliato come part-time professor al Migration Policy Centre (MPC) dell'Istituto Universitario Europeo (EUI), dove (in tempi remoti) ho conseguito un dottorato in Scienze Politiche e Sociali. Ho insegnato e svolto attività di ricerca presso l’Università di Firenze, l'Università di Chieti-Pescara, l’EUI, la University of Michigan, la Gonzaga University, la University of California di Los Angeles (UCLA), l’Universidad Complutense e la Universidad Carlos III di Madrid e la Warsaw School of Social Psychology.

I miei principali interessi di studio riguardano la mobilità (nelle sue diverse forme), la stratificazione sociale, le élites e l’integrazione europea. Sono autore di più di settanta pubblicazioni in italiano, inglese, francese, tedesco e spagnolo tra monografie, articoli, libri e capitoli. Il mio approccio è prevalentemente empirico ma orientato da presupposti teorici, generalmente fondato su metodi quantitativi e tendenzialmente di taglio comparato. Essendo convinto della natura empirica della conoscenza sociologica, ritengo che lo sviluppo della disciplina – particolarmente in Europa – richieda indagini su vasta scala e reti di ricerca internazionali. In questo senso, nell’ultimo decennio mi sono impegnato a promuovere iniziative scientifiche tese ad esplorare il tema della ‘mobilità’ in tutte le sue accezioni. Ho coordinato il progetto di ricerca PIONEUR sulle migrazioni intracomunitarie (finanziato dal V Programma Quadro, 2003-2006), il progetto MOVEACT sulla partecipazione civile e politica dei migranti intracomunitari finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma Diritti Fondamentali e Cittadinanza (2011-2013) e il progetto EUCROSS finanziato dal VII Programma Quadro (2011-2014) sulla “europeizzazione della vita quotidiana”. Attualmente sto sviluppando un quadro teorico-metodologico per l'analisi biografica della mobilità spaziale (Space-Set Project) e ho avviato un progetto di raccolta ed analisi delle mobilità umane su scala globale (Global Mobilities Project).